top of page

Cosa signicia Thangka?

I dipinti thangka sono un antico tipo di arte tibetana che è stata tramandata nella regione himalayana per oltre duemila anni. Thangka è una parola tibetana che significa ‘messaggio trasmesso’. Il thangka tibetano è un rotolo di pittura che può essere esplorato come mappa attraverso elementi visivi e colori. Ogni dettaglio è complesso e pregno di significato simbolico legato ad aspetti della filosofia buddista. Quindi, i thangka buddisti rappresentano un connubio di arte e spiritualità, il quale contribuisce alla creazione di affascinanti opere cariche di valore filosofico.

 

 

Tutti i nostri dipinti provengono dal luogo natale dei thangka, ovvero Tibet, Nepal, India del Nord e Bhutan. A seconda della taglia e qualità dei dettagli un artista può impiegare fino a tre anni per ultimare un singolo pezzo, utilizzando oro 24 carati, argento Sterling e minerali himalayani. I thangka autentici sono dipinti su cotone e sono soliti rappresentare divinità buddiste, episodi o mandala.

 

 

La maggior parte dei nostri dipinti è stata eseguita da Lama o espatriati tibetani e nepalesi, gli originali detentori dei segreti dei thangka. Secondo la tradizione, i Lama tibetani sono i protettori dei Dharma (leggi cosmiche) e sono simili in rango ai Guru in India.

Om Mani Padme Hum Mantra, Tibetan Thangka Mandala
50587056_948896975320531_438002772743290
Eccezionale qualità

Gammas è l’unica galleria di arte tibetana che vende esclusivamente dipinti thangka di qualità superiore. Siamo orgogliosi di offrire ai nostri clienti soltanto la migliore selezione di arte tibetana. Tutti i nostri dipinti passano attraverso un rigoroso processo selettivo presso la nostra sede di Londra e sono garantiti per essere originali, autentici e nuovi di zecca.

Sfortunatamente, la maggior parte dei venditori di thangka che si possono trovare online non condividono i nostri principi di integrità ed etica, commerciando dipinti di qualità inferiore presentati come pezzi di pregio.

 

Spesso questi dipinti sono realizzati da studenti o dilettanti usando esclusivamente tempera e non oro 24 carati, anche se indicato diversamente. A volte la differenza può essere riscontrata nei dettagli, risultando palese a un occhio esperto, ma difficilmente individuabile da un neofita.

Troviamo questo inaccettabile e pertanto descriviamo nel dettaglio come le nostre opere d’arte si differenziano da quelle che possono essere reperite altrove, facendo sì che la nostra clientela sia certa di acquistare solo pezzi d’arte di qualità.

Dipinti dei lama

Uno dei due tipi di dipinti più meritevoli di attenzione è senza dubbio quello realizzato a mano dai Lama buddisti. Lama è un titolo che viene ufficialmente conferito solo a qualche decina di monaci tibetani che hanno raggiunto il massimo livello di illuminazione spirituale. Nella tradizione buddista, i dipinti dei Lama sono considerati fra quelli della più alta qualita. I Lama devono superare una formazione rigorosissima per imparare come applicare l’oro 24 carati e l’argento Sterling in modo da creare un effetto autentico e durevole sulla tela. Spesso, i Lama hanno alle spalle più di quarant'anni di esperienza artistica prima di poter usare il loro status per realizzare i thangka.

I Lama e l’intero tempio pregano al cospetto di questi dipinti prima di ‘lasciarli andare nel mondo’, garantendogli la loro benedizione e caricandoli di energia positiva. Alcune persone credono che i thangka dipinti dai Lama portino fortuna perché un Lama lascia per sempre parte della sua energia spirituale nel dipinto. Si dice che anche il mero atto di contemplare un thangka abbia un effetto positivo sulla mente dell’osservatore, contribuendo alla sua felicità futura.

Chenrezig Tibetan Thangka
Black Label Gallery: Thangka Masterworks of Nepal

Black Label Gallery: Thangka Masterworks of Nepal

Riproduci Video
Tecnica pittorica

Un thangka è una forma di dipinto o ricamo su tessuto, generalmente cotone o seta. La preparazione della tela è parte essenziale del processo e la sua qualità può influenzare profondamente la resa finale dell’opera. Un composto di colla derivata da pelle animale, tempera e acqua viene applicato alla superficie pittorica, lasciato asciugare al sole e successivamente lucidato con vetro. Questo processo viene ripetuto ciclicamente e può durare fino a due settimane.

Non appena la tela è pronta, l’artista procede a prendere accuratamente le sue misure e inizia a realizzare uno schizzo a carboncino. La pittura adatta alla realizzazione di un thangka di qualità deriva da minerali naturali preziosi e semipreziosi, cristalli e materiali vegetali, quali perle, coralli, lapislazzuli, cinabro, zolfo, azzurrite, malachite ecc. Queste sostanze naturali sono note per il loro potere e proprietà curative. Per realizzarla, l’artista macina i materiali i fino all’ottenimento di una polvere sottile e li mescola ancora con colla animale e acqua. Questo permette al colore di rimanere intenso e brillante negli anni. Il tocco finale è realizzato applicando l’oro 24 carati e l’argento Sterling.

In ultimo, l’opera pregiata derivata dalla mano di un artista esperto viene portata a un Maestro buddista o Lama per ricevere ‘il soffio della vita’ ed essere infusa di energia positiva. Grazie a questo processo, il thangka viene elevato a recipiente di saggezza, pronto ad essere esposto in quanto mente illuminata fatta materia.

Green Tara, Newari, Tibetan Thangka

Arte Newa

L’Arte Newa, conosciuta anche come stile Newari, trova le sue origini nella Valle di Kathmandu in Nepal, dove il popolo Newa viveva e prosperava artisticamente. Gli artisti Newari hanno ottenuto una fama panasiatica e internazionale, venendo riconosciuti come pittori e scultori di abilità e competenza iconografica senza pari a livello mondiale, in grado di rivaleggiare le loro controparti indiane del periodo Gupta. I reali indiani, cinesi e tibetani da sempre commissionano ad artisti nepalesi importanti opere.

 

L’arte Newari ha avuto un grande ruolo nello sviluppo della pittura tradizionale tibetana. L’adozione di nuove idee come risultato di dinamiche storico-culturali permise due sviluppi nei dipinti tibetani: un filone Indo-cinese Newari e uno basato su tradizionali elementi tibetani.

 

Al giorno d’oggi, i dipinti Newari sono generalmente esposti nei musei e nelle collezioni private di Occidente e Asia. Rimangono solo pochi pittori legittimi, capaci di disegnare in tale modo, cioè avendo perfezionato l’uso di entrambe le tecniche pittoriche tibetane e newari.

 

I dipinti in stile Newari vengono dunque raramente realizzati e la loro produzione è quasi del tutto estinta.

bottom of page